Le banche sono pronte a finanziare ma non ci sono acquirenti per prestiti bancabili: afferma il presidente della SBI Rajnish Kumar

Affermando che esiste una linea molto sottile tra l'avversione al pericolo e la prudenza nei confronti del pericolo, il presidente dell'istituto finanziario statale indiano Rajnish Kumar martedì ha affermato che le banche sono in grado di finanziare ma non ci sono acquirenti per prestiti bancabili. Ha inoltre menzionato che l'istituto finanziario potrebbe essere molto ottimista per quanto riguarda lo schema di garanzia del punteggio di credito di Rs Three lakh per MSME, e attraverso lo schema, il governo federale non ha infuso direttamente Rs 30.000 crore nelle banche del settore pubblico.

Parlando delle critiche per il deposito in contanti del parcheggio con la RBI, ha detto Kumar, potrebbe esserci un diluvio di fondi, ma non c'è alcuna richiesta proporzionata di un mutuo. Quindi, le banche non hanno alcuna selezione per parcheggiare con RBI in quanto potrebbe esserci avversione al pericolo anche dall'aspetto dei debitori, ha menzionato mentre si rivolgeva all'India Inc all'incontro annuale CII.



“Ho sentito tanto parlare di avversione al pericolo, anche se la linea di demarcazione tra avversione al pericolo e prudenza al pericolo potrebbe essere molto sottile. Una domanda che ho fatto è: esiste un'avversione al pericolo solo tra i creditori o potrebbe esserci avversione al pericolo anche tra i debitori. Sono pronti a fare leva? Sono pronti a prendere posizione? ' ha chiesto.



Citando un esempio, ha menzionato, quando il governo federale ha ridotto drasticamente le tasse sulle società a settembre dello scorso anno, molti erano dell'opinione che i finanziamenti sarebbero avvenuti, ma sicuramente non ha avuto luogo.

Rajnish Kumar



'Come banchiere e perché il presidente Rajnish Kumar del più grande istituto finanziario, sto dicendo che ho i soldi, non ci sono acquirenti dei contanti. Finanziamenti, se ti capita di guardare negli ultimi 5 anni, il CAPEX è diminuito nettamente ... Non sono state introdotte attività principali. E dal modo in cui, il settore delle aziende in modo significativo IT non divora alcun capitale principale ', ha affermato.

Alla fine, ha detto, è il settore manifatturiero o delle infrastrutture, che consuma denaro. Tra il 2008 e il 2015, è stato il settore delle capacità che ha consumato la maggior parte del capitale per l'installazione di capacità di 75.000 MW, ha affermato.

Rajnish Kumar ha affermato che il settore aziendale non dovrebbe contare su molto dal governo federale, tuttavia deve essere autosufficiente o 'atmanirbhar', data la posizione fiscale del governo federale. 'Forse il settore aziendale deve cercare da solo tutte le alternative', ha affermato.



Ha inoltre affermato che se è necessario dare extra al sistema, le banche richiederebbero l'assistenza di capitale dal governo federale. Sullo schema di garanzia del punteggio di credito di Rs tre lakh, ha detto Kumar, il peso del pericolo per lo schema è zero e le banche del settore pubblico non devono fornire alcun capitale per questo.

Quindi, in un metodo potrebbe esserci un'infusione di capitale obliqua di 30.000 crore di Rupie, ha detto. 'Siamo molto ottimisti su questo schema. In un solo giorno, abbiamo erogato 22.000 prestiti del prezzo di 3.000 crore di Rupie. Quindi, questo può essere un ottimo schema per supportare il settore MSME ', ha detto.

Lo schema è la più grande parte fiscale del pacchetto di 20 lakh di Rs Self Reliant India Mission introdotto dall'ultimo mese del ministro delle finanze Nirmala Sitharaman.

Al di sotto dello schema, la Nationwide Credit score Assure Trustee Firm (NCGTC) garantisce una protezione del 100% per un finanziamento extra fino a Rs Three lakh crore a MSME idonee e debitori MUDRA, nel tipo di una linea di punteggio di credito di emergenza assicurata ( GECL).

Per questo obiettivo, un corpus di Rs 41.600 crore è stato fornito dal governo federale durante il presente e i successivi tre anni monetari.

Lo schema sarà rilevante per tutti i prestiti sanzionati sotto la struttura GECL per tutto l'intervallo dalla data di annuncio dello schema al 31 ottobre o fino a quando una quantità di crore di Rs Tre lakh non sarà sanzionata sotto GECL, a seconda di quale sia la prima.

L'obiettivo principale del programma è fornire un incentivo agli istituti di credito membri (MLI) come banche, istituti monetari (FI) e società monetarie non bancarie (NBFC) per estendere l'ingresso e consentire la disponibilità di ulteriori strumenti di finanziamento per MSME debitori, in considerazione della miseria finanziaria attribuibile al disastro COVID-19, offrendo loro una garanzia del 100% per eventuali perdite subite a causa del mancato rimborso del finanziamento GECL da parte dei debitori.

Tutti i conti dei mutuatari MSME con un punteggio di credito impressionante fino a 25 crore di Rs al 29 febbraio che sono stati inferiori o uguali a 60 giorni di ritardo a quella data, cioè conti comuni, SMA-Zero e SMA-1 e con un fatturato annuo di ben 100 crore di Rs potrebbe essere ammissibile al finanziamento GECL nell'ambito del regime.

Leggi anche: - La General Atlantic, con sede negli Stati Uniti, cerca di investire in Reliance Industries