La domanda di carburante dell'India tornerà alla normalità entro metà maggio, afferma il ministro del petrolio

La crescita della domanda di carburante dell'India può tornare ai livelli normali entro la metà di maggio, mentre la nazione intraprende misure per porre fine a un blocco volto ad arginare la diffusione del virus corona. La crescita della domanda di carburante in India è precipitata ai minimi storici ad aprile, come mostrano i dati provvisori, poiché il blocco durato otto settimane del paese ha colpito duramente l'attività economica e industriale.
Come ha detto Pradhan alle conversazioni CERAWeek di IHS Markit - 'Dalle ultime due settimane c'è un aumento graduale della domanda, molto lento, ma siamo fiduciosi che entro la metà di maggio ci muoveremo verso la posizione normale. Questo è il nostro calcolo '. Chi si trova di fronte a vincoli di stoccaggio in un momento in cui le minori crepe nei mercati esteri hanno reso le esportazioni poco attraenti, il calo della domanda di carburante ha ridotto la lavorazione del greggio da parte delle raffinerie.

domanda di carburante
Pradhan ha detto che il crollo dei prezzi globali del petrolio, insieme al calo della domanda di carburante, causerebbe perdite di inventario per le raffinerie. I raffinatori hanno dovuto rinviare alcuni carichi di petrolio a causa dell'autunno della domanda locale. Ha aggiunto: 'Le nostre raffinerie devono affrontare una grave perdita di inventario perché tutti i nostri acquisti da febbraio, marzo e aprile, i prezzi non sono quelli che sono oggi. Quindi dobbiamo pagare l'intero prezzo. È un doppio fardello. C'è una perdita di mercato e una perdita di quotazione per le nostre compagnie petrolifere '.
Reliance Industries Ltd l'operatore del più grande complesso di raffinazione del mondo, ha subito il peggior profitto in circa 11 anni nel trimestre di marzo a causa dei prezzi del petrolio. Le raffinerie indiane segnalerebbero perdite di inventario sulla domanda di carburante di oltre 250 miliardi di rupie (ovvero 3,3 miliardi di dollari) nel trimestre gennaio-marzo dopo il calo del 70% dei prezzi del petrolio, ha affermato in un recente rapporto Crisil Rating, un'unità di Standard and Poor's .



Leggi anche: L'ex governatore dell'RBI Raghuram Rajan afferma che ulteriori blocchi dopo l'apertura potrebbero essere devastanti per l'economia